CENTAURY – IL FIORE DI CHI NON SA DIRE DI NO

Bach diceva: “Buone, tranquille, gentili, sono le persone estremamente ansiose di servire gli altri”.

 

Per le persone il cui desiderio di aiutare il prossimo è così forte che tendono a diventare più dei servi che degli aiutanti generosi. Il loro buon cuore li porta a fare più di quello che dovrebbero e, in questo modo, trascurano quella che è la loro vita.

 

Centaury è per chi:

  • è sempre al servizio degli altri
  • non sa dire di no diventando vittimi di chi ha una forte personalità
  • è sempre stanco, affaticato e con poca energia
  • non da importanza a ciò che è meglio per se
  • è gentile anche con chi non lo merita
  • ha poca autostima
  • si è sacrificato per la famiglia

 

Sapevi che anche i bambini possono prendere i Fiori di Bach?

Centaury è per il bambino che:

  • è sempre disposto ad aiutare gli altri
  • cede subito per evitare i litigi
  • fa spesso regali agli amici per ottenere la simpatia
  • ha bisogno di riconoscimento e lodi
  • mangia troppo perché non sa dire di no
  • si fa sfruttare dai compagni
  • è un adolescente con il complesso di inferiorità e segue fedelmente il leader di un gruppo

A livello fisico una persona “Centaury” manifesta:

  •  cali di voce
  •  disturbi digestivi
  •  ipotensione e stanchezza
  •  problemi legati al fegato
  •  scarsa autostima
  •  svenimenti
  • sistema immunitario debole

 

Centaury ti aiuta a:

  • Affermare la tua identità e rafforzare la volontà
  • Permettere di aiutare gli altri senza esserne “divorato”
  • A comprendere ed esprimere le tue esigenze
  • Aumenta la forza fisica

 

Frase affermativa (da ripetere come un Mantra, aiuta il processo di cambiamento):

“RAFFORZO LA VOLONTA’ E LA DETERMINAZIONE E COSTRUISCO LA MIA INDIVIDUALITA'”

Se vuoi avere più informazioni, prenotare una seduta o fare un massaggio con i Fiori di Bach chiamami al 3451233920 o scrivi a [email protected]

Le discipline olistiche, non vogliono assolutamente porsi come soluzione alternativa alle cure mediche e neppure interferire nel rapporto medico-paziente.
L’operatore olistico, nel rispetto del proprio Codice deontologico, non compie nessun atto medico, ma opera per stimolare le risorse naturali dell’individuo e per creare le migliori condizioni di equilibrio della persona.