Palo Santo è un modo comune per chiamare il Bursera graveolen un albero tropicale, presente in Ecuador, Perù e sulle isole Galapagos.

Usato anche come incenso, sono dei piccoli bastoncini di legno profumato, che bruciandoli emanano un forte, ma gradevole profumo grazie agli oli essenziali presenti al loro interno.

Si usa per ripulire dalle negatività e per i malesseri di carattere fisico-mentale, come depressione, tristezza e cattivo umore.

Guaritori e sciamani lo utilizzano nelle cerimonie e rituali dove necessita la purificazione dell’energia.

I suoi benefici:

  • Purifica l’energia dell’ambiente allontanando le energie negative
  • Favorisce il benessere mentale, molto usato durante le lezioni di yoga, meditazione, io per esempio lo uso anche durante i massaggi
  • Favorisce il sonno
  • Allevia i problemi a carico delle vie respiratorie
  • Riduce ansia e stress

Come si brucia il Palo Santo e cosa serve?

  • Un bastoncino di Palo Santo
  • Un porta-bastoncino e un piattino che raccolga le ceneri.
  • Fiammiferi.

Passi da seguire:

  1. Prima di iniziare, bisogna liberarsi da preoccupazioni e pensieri.
  2. Portare l’attenzione sul motivo per il quale si sta intraprendendo il rituale, ad esempio: purificare l’ambiente o un oggetto, allontanare le energie pesanti o semplicemente rilassarsi.
  3. Accendere il Palosanto all’estremità, lascialo bruciare per qualche secondo e poi spegnere la fiamma finché non restano solo le braci e il fumo.
  4. Muoversi per la stanza per purificare tutti gli spazi e insistere negli angoli e spigoli.
  5. Se l’obiettivo è allontanare le energie pesanti presenti nel tuo corpo o quello di qualcun altro, diffondere il fumo dalla testa ai piedi e viceversa.

Purificare in modo efficace e naturale si può.

Un consiglio:

Dopo un litigio o una discussione, accendi un legnetto di Palo Santo, per portare via la tensione accumulata, sia a livello fisico che a livello energetico.

Provare per credere!!!